Il Castello Normanno di Stilo

Ciao benvenuta/o o bentornata/o su Appunti di Viaggio di StaticaFacile, una collezione di luoghi in Calabria e fuori, in questa occasione ci troviamo al Castello Normanno di Stilo.

Ciao benvenuta/o o bentornata/o su Appunti di Viaggio di StaticaFacile, una collezione di luoghi in Calabria e fuori, in questa occasione ci troviamo al Castello Normanno di Stilo.

Il luogo qui raccontato per immagini si trova nel Comune di Stilo alle coordinate GPS 38.480793 N, 16.464153 E.

E’ il Luglio del 2021.

Sono le prime volte che usciamo dopo esser stati tappati in casa a seguito del lockdown del covid-19.

Abbiamo grande entusiasmo perché si ricomincia a vivere.

Siamo tutti supervaccinati ma indossiamo ancora le mascherine a meno che non siamo all’aperto e da soli come è capitato in questa circostanza.

Decidiamo di andare a visitare la il Castello Normanno di Stilo probabilmente perché abbiamo necessità di riscoprire una parte importante del nostro passato.

Qui vi anticipo le immagini, nel seguito troverete alcune considerazioni.

Alcuni dettagli sulla visita al Castello Normanno di Stilo

Premetto che nel luglio 2021 siamo molto provati per le vicende della pandemia.

Arriviamo a Stilo e ci dirigiamo verso il castello seguendo il navigatore satellitare e le indicazioni sul posto.

Ovviamente passiamo dalla Cattolica di Stilo che visitammo in un’altra occasione ma la nostra meta è il Castello Normanno.

Attraversiamo l’abitato di Stilo e imbocchiamo la pista carrabile in terra battuta che ci porta fino a dove si può arrivare con l’auto.

C’è uno slargo e una piccola costruzione dalla quale parte una monorotaia che immaginiamo arrivi in cima.

Però ci avviamo lungo il sentiero a piedi e seguiamo la monorotaia.

Il sentiero è relativamente impegnativo però vi consiglio di usare scarponcini da trekking.

Il sentiero è relativamente impegnativo però vi consiglio di usare scarponcini da trekking.

La distanza da percorrere in macchina sulla pista sterrata è di circa 1700 metri.

Il sentiero da percorrere a piedi è di circa 600 metri ed è piuttosto ripido.

Finalmente arriviamo in cima e iniziamo a “ispezionare” il sito palmo a palmo.  

Quello che osserviamo è un panorama mozzafiato, sorprendente, bellissimo.

Da un lato il castello domina tutta l’area che va da Stilo al mare a sud del torrente Stilaro.

Dal lato opposto si scruta tutto l’entroterra appenninico.

Il castello è letteralmente “appollaiato” su una cresta rocciosa altissima con pareti quasi verticali. In realtà la parete rocciosa rivolta verso i monti è proprio verticale.

Veramente impressionante.

Dal sito del FAI

Ecco cosa leggiamo del Castello Normanno di Stilo sul sito del FAI:

Il Castello di Stilo è di epoca normanna, fu costruito nell’XI secolo da Ruggero II sul Monte Consolino.

Aveva torri triangolari e circolari provviste di feritoie.

La zona centrale del castello era una chiesa-cappella con un altare principale e 4 altari adiacenti.

Nel XIII sec. il Castello di Stilo era amministrato dalla Reale Curia di Carlo I d’Angiò ed era anche utilizzato come prigione.

Si narra che le prigioni del castello fossero scavate sotto le mura, in una parete di cinquecento metri a picco sul versante opposto a quello del borgo e che vi si potesse entrare ed uscire, solo calati o issati dall’alto con una fune.

Nel XVIII sec., sotto il Regno di Napoli, il castellamo era al comando della guarnigione di difesa.

Nel XIX sec. il Castello era in stato di abbandono: i muri diroccati di sole pietre alzate, le volte crollate senza porte e finestre da nessun lato e le torri scoperte.”

Atre notizie sula castello le troverete qui.

Però adesso vi consiglio di guardare le immagini.

Sembra di essere a Minas Tirith, vi ricorda qualcosa?

/ 5
Grazie per aver votato!